La mia vita senza te

Domenica 20 maggio


ore 00.15 : Questa fase della mia vita la chiamerei : la resa dei conti.Sapevo che non sarebbe potuta durare per sempre ed in fondo sono contento così, sono contento di aver passato il capitolo della mia vita che chiamerei : il tempo sospeso.Ero stufo di non prendere una decisione che avrebbe portato sicuramente a soffire : io odio soffire e far soffire.Quello che è successo tra di noi ad ormai una settimana forse è servito, sicuramente è stato molto brusco ma questo è il mio carattere, non ne voglio scrivere perchè non lo voglio ricordare.Tu non puoi saperlo ma io adoro scrivere, sei nata gi quando i computer son diventati alla portata di tutti ma quelli dell’80 si ricordano i periodo in cui ci si scriveva.Da piccolo mi sono scritto per anni con una ragazza (di Bergamo) e dio solo sa quanto sia bello poter scrivere le cose con calma… mandare una lettera… aspettare di riceverla : amo scrivere a chi amo: l’ho fatto anche con mia mamma , per mio padre, per Valeria e adesso lo faccio per te, o meglio per me, perchè non so se ti consegnerò mai questo diario segreto.A me serve per poter gestire il momento, ci siamo scritti questa mattina ed è iniziato un silezio brutto, un silenzio alla quale non mi hai mai abituato e che obiettivamente non so gestire.Penso a quello che ci siamo detti ieri e sono confuso: sembra che mi vuoi ancora bene, ma hai chiesto un periodo di pausa, mi hai detto che non parliamo più come prima ed hai ricordato solo episodi dei primi mesi : possibile che io in tre anni ti abbia lasciato solo questo ? Io nonostante tutto non posso pensare che sia stato bello solo quel periodo, ho tanti bellissimi ricordi del dopo anche se devo riconoscerlo : diverso, diverso perchè volevamo stare insieme e non potevamo ed è ovvio che tutto alla fine è condito da un velo di tristezza che non ri fa godere bene le cose ma è stato bello lo stesso : ogni secondo con te è stato bello, mi dispiace che tu non lo pensi.
Piango, non faccio altro che piangere, ho dei flashback e zero foto : ho cancellato tutto. Sono un cretino … perchè l’ho fatto? Almeno potevo vederti un pò ma forse è meglio così.Non faccio che pensare a questo periodo di pausa. Ti servirà per vedere questo Antonio ? Antonio è più bello di me ? Mi guardo allo specchio… mi faccio qualche selfie : non mi piaccio. Vado a dormire. Piango.Anche con Lucky ho pianto, anche Lucky ha capito, anch Lucky mi ha detto che passerà. Odio sentire questi discorsi. Li fanno chi non è coinvolto.


Lunedì 21 maggio

ore 10.35
La mia solita MC prosegue noiosa ed inutile come sempre, scrivo.Questa mattina mi sono svegliato alle 5.40 e non mi sono più addormentato, ho fatto un pò di allenamento ed ho iniziato a cercare Antonio : Antonio Valzano.Cerco di capire cosa ha che io non ho… ho visto che è un bel ragazzo ed è fidanzato… pure lui ? Boh. Sembrano pure felici : Si vede che nessuna coppia in fondo lo è.Mi sta sulle palle.E’ peloso.E’ anche leggermente sovrappeso.Vabbè meno male che hai 37 anni eh : maturo. Evidentemente lui le sta dando qualcosa che TU non sono capace di darle ed è meglio che TU rifletta su questo.
Stranamente qualcosa nella mia testa sta camibiando e voglio scrivere qualcosa a riguardo perchè è importante per me.Improvvisamente lo status-quo che mi ha permesso per tanto tempo di andare avanti si è rotto : te ne avevo parlato quasi chiedendotelo : dammi un out-in ma non me lo hai dato ed il pericolo era proprio questo : andare avanti per ore.giorni.mesi.anni. d’altronde era una situazione per me migliore : non fare male a nessuno, non pienamente, forse fare un pò male a tutti ma poco e dividermi tra tutti.
Improvvisamente mi viene da pensare che tra noi è finita, che il periodo di prova serva per capire se con Antonio possa nascere qualcosa. Non ci penso. Piango.
Decido che un’amore lo voglio nella mia vita, non sarai tu ma voglio che ci sia una Beatrice : una che mi procuri delle emozioni che mi hai saputo dare solo tu. Non posso stare con Valeria perchè così non posso cercare serenamente qualcuna o quella qualcuna speciale non verrà mai.
Devo parlarle.
In metro ho incontrato mio fratello e non capita mai, un pò mi da fastidio perchè volevo buttarmi giù e piangere un pò con un pò di musica ed un pò sono felice perchè almeno posso distrarmi : alla fine sono più felice.
Parliamo come sempre di auto… di case, ma oggi no : oggi voglio una spalla sulla quale piangere : ci giro intorno ma poi vado al sodo : voglio lasciare Valeria e lui lo sa. Lo vede che è diverso e mi da ragione, lo sento che è preoccupato ma mi conosce e sa che non prenderei mai una decisione così se non fossi completamente sicuro.
Gli faccio presente che nella mia vita voglio trovare ancora amore e che sono stufo di vivere come uno zombie a casa. Mi consola e mi abbraccia ed è stato un momento bellssimo : dopo ci scriviamo su whatsapp e ci scambiamo cuoricini: oddio whatsapp: sei online. con chi ? Cuffie spotify, canzone triste e via per una nuova giornata lavorativa di merda.
Ho deciso : domani sono in smart e le parlo.

Martedì 22 maggio


ore 16.38
Oggi sono in smart ed ho chiesto a Valeria di andare con Simone all’ all-you-can eat. 
Adoro quel posto e mi piace non stare a casa… esco e penso di meno.
Riesco a parcheggiare davanti al locale, apro la porta e la vedo : la biondina della quale ti avevo parlato!Assomglia a Kate Hudson e trovo che sia bellissima, non lo puoi capire forse ma trovo che sia bellissima perchè ti assomiglia : ha il tuo stesso fisico e le tue stesse braccia: non ci proverei mai ma ati straverso lei vedo te e quindi mi piace tanto.
Mi scatta ancora qualcosa : non riesco. Non riesco ad aspettare sabato : ho deciso e le parlo.
E’ successo tutto in modo naturale, sapevo che un posto diverso da casa ci avrebbe aiutato: finalmente, finalmente parliamo !
<< Sei felice ? >><< No >><< Perchè non parliamo ? >><< Forse abbiamo paura di dirci qualcosa >>
Mi apro completamente e voglio che lei capisca, che capisco che le voglio bene, che fa parte della mia vita e che sempre ne farà parte ma le faccio presente i problemi che ci siamo sempre portati dietro, della mia difficoltà a fare l’amore con lei sin dall’anno prima del matrimonio : le parlo di Lucia. Finalmente.Mi sento libero.Prende tutto serenamente ovviamente ed io la stimolo : ma perchè non ti incazzi ? Perchè ? Non sopporto più questo ma hai capito cosa ti ho detto ? Ti ho tradita prima del matrimonio.
Le ho esposto la mia idea : vorrei capire cosa fare di noi lontano da casa, possiamo continuare la terapia ma devo uscire di casa, dobbiamo provare a stare lontani: è d’accordo e mi ha promesso che potrò vedere i bambini quando voglio…. è serena ovviamente, io ho pianto ovviamente.
Sono molto contento, quasi felice, anche lei, perchè non lo abbiamo fatto prima ?Ci sentiamo più liberi: è importante parlare e noi non lo facciamo da troppo tempo.Ho voglia di parlartene e ti scrivo. CAZZO. Non dovevo scriverti.
ore 1.20Non mi scrivi ma perchè ? Cavolo la notte è dura. Piango… piango.Perchè piangi sempre? Infatti, boh.Mi concentro su altro. Gioco un pò… fumo e ripenso con gioia a quello che ho fatto oggi. E’ troppo tardi ? Forse. ma poco importa perchè ho deciso, meglio solo o almeno con la speranza che una nuovo amore arriverà. Guardo Antonio. Vaffanculo. Gioco.


Mercoledì 23 maggio


ore 17.40Lavoro come un negro… che bello dio esiste. Sono stato bravissimo questa settimana e inizio a far carriera : sono persino stato ad un MC con l’amministatore delegato : ho spaccato… as usual.Non mi scrivi… come fai ? Piango.
Mi faccio un giro con le cuffie : Phil collins e odds…. sempre quella a ripetizione, mi piacerebbe sapere che l’hai vista sul mio profilo e che hai letto il testo come sempre.Io cerco di mandarti segnali e tu nulla, starai parlando con Antonio ? Con un altro? Mi sento scemo, perchè io sento il bisogno di mandarti qualcosa e tu no ?


Giovedì 24 maggio


ore 1.38
Sarebbe venerdì ma amen… abbiamo appena parlato su Telegram… ti ho bloccato e tu mi hai cercato…. allora mi pensi anche tu ?
Io sono convinto che tu ormai mi ami di meno ma poi fai così e mi confondi.Ho scoperto di aver odiato profondamente una persona che non c’entra nulla. Mi sento in colpa.Davide. Davide ti odio.Ma il problema è Davide ? O tu che hai tenuto Beatrice per 3 anni così. A chi manda sms Beatrice ? Non posso non interessarti altrimenti non faresti così… allora perchè mi hai chiesto la pausa?
Non mi interessa : funziona perchè in una settimana sto facendo quello che volevo fare da 3 anni.Domani stalkerò Davide ? No. Basta. Poi se è bello proprio tanto è un problema per la mia saluta mentale.Mi chiedo come è inziata… facebook auguri di compeanno…. una 40ina di messaggi… whatsapp, il legame, con lui hai parlato di cose che con me non ti è venuto in mente… ma ti capisco, ero pià preoccupato di sapere se davvero eri uscita con tua madre quella sera che pensare a te… a chiederti come era il locale… che musica c’era…. con lui l’hai potuto fare e capisco che sia più piacevole di gestire un interrogario tedesco da parte mia. E’ mortificante. Rifletti.