Persona sbagliata (lettera a me)

Ti volevo dire che può mancarti anche la persona più sbagliata.

Può mancarti qualcuno anche se non ne parli mai e quando nominano il suo nome fai finta di non sentire, e quando sei solo fai finta di stare bene.

Hai presente quando non ci pensi per tutta la giornata, poi torni a casa e, senza rendertene conto, la testa è tornata là? Non sia come è successo . Sai solo che non ti è passata.

Ed è uno strano dolore sentire la mancanza di qualcuno che, dopotutto, non rivuoi assolutamente nella tua vita.

Cioè, parliamoci chiaro, certe persone le hai amate tanto, forse troppo, e a lungo hai pensato che niente e nessuno ti avrebbe mai fatto cambiare idea su di loro.

Il problema però è il modo in cui se ne sono andate. Hanno preso il tuo amore e l’hanno reso, quasi, una cosa ridicola, banale, stupida.

E questo a te non può andare bene.

Può mancarti qualcuno anche se, in fondo, ti eri promesso che non ti sarebbe mancata più.

Dimenticare è impossible ma andare avanti è una priorità.

Devi solo scrollarti di dosso certe abitudini, certo ricordi. Che pensi ancora che era un segno del destino, qualcosa di unico, il filo rosso, la canzone.

Certe mancanze sono solo il frutto di ciò che hai saputo dare, di tutti i sogni che sei riuscito a immaginare, di tutto il cuore che hai saputo metterci. Già, proprio tu, che a un certo punto ti eri detto ‘Non amerò più’, e forse è proprio per questo che fa così male. Per una volta ti eri deciso a metterci il 100%, ad aprirti completamente, e in cambio cos’hai ricevuto? Lo sai, lo sai.

Certe mancanze sono solo il riflesso del tuo amore, non di ciò che ti hanno lasciato e nemmeno di ciò che ti hanno saputo dare. Sono un’assenza, una pagina bianca che, fino a poco tempo prima, era piena di parole, ma ora l’inchiostro è scivolato via ed è tutta da riscrivere. Il problema è sempre quello: a te quella pagina piaceva un sacco, ti eri proprio impegnato ad arrivare fino in fondo, a ricercare le parole giuste, perfette. A quanto pare, non sono bastate, ma, ti prego, non fermarti qua”

Magari, il meglio deve venire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *