Ti auguro…

Ti auguro di trovare la forza nel punto esatto in cui l’hai persa, individuare ogni cosa bella e trattenerla per non perderla, credere in te stessa fino a che tutto il mondo non avrà preso una piega diversa e somiglierà a quella del tuo sorriso; forse sarà proprio quella.

Ti auguro di essere sicura di te quando tutto ti butta giù, di non smettere di credere che possa esserci qualcosa di buono anche nelle cose che tutti quanti butterebbero via, perfino nelle persone, perché é quando sei l’unica a crederci che sei l’unica a poter godere di certe cose speciali come dettagli che nessuno vede mai.

Ti auguro di restare sincera e ingenua soltanto per quel poco che basta a continuare a non farti toccare dall’idea di provare un qualche tipo d’odio per le persone, nemmeno per quelle che t’hanno fatto del male, che la rabbia uccide solo chi la prova e tu lo sai bene per quanta ne hai provata senza poterti fermare. Ti auguro di sorprenderti ancora se guardi il cielo, di emozionarti ancora solo per una canzone di sognare ad occhi aperti anche nei posti in cui c’è scritto “vietato sognare” ma io ti auguro soprattutto di riuscire ad imparare a distinguere ciò che meriti da ciò che invece no, a non cadere nei soliti stupidi luoghi comuni, a non avere paura di essere diversa dal resto delle persone che ti stanno intorno a non avere paura di te stessa a non avere paura di niente perché la paura è la sola cosa che ti annienta.

Ti auguro di avere tutto il coraggio che serve per amare ancora, per amare più di prima, più di sempre, ti auguro di tirare fuori le palle e di non arrenderti quando si fa dura, di affrontare ciò che hai preferito rimandare di amare così forte da sentire un leggero dolore ai denti che tra di loro hanno battuto forte per le troppe risate; mai più immensi pianti. Ti auguro di non farti toccare da ciò che non ti fa crescere, da chi non vuole capire ma solo usare e ti auguro di ritrovarti tutte le volte che ti perdi anche quando ti rompi il cazzo di cercarti in continuazione.

Ti auguro di rimanere come sei, ma un po’ meno di avere sempre troppo fiato da perdere gli occhi spalancati verso le meraviglie la voglia di scoprire tutto ciò che non sai ma di non avere più, lì con te, una testa pesante che decide senza consultare il cuore che pensa così tanto che non sai come farla smettere e poi rovina tutto e soprattutto di non avere più quella tua nostalgia perenne che non ti fa vivere il presente: chi se n’è andato non dovrebbe tornare per il semplice fatto che ha deciso di andare, ciò che non è stato non doveva accadere, non importa quanto tu volevi che accadesse, smettila di avercela con la vita che ti ha tolto tanto, ok ma non fare la melodrammatica t’ha dato anche tanto , tante cose che non apprezzi più di tanto e quel che non t’ha dato puoi sempre impegnarti per prendertelo piuttosto che lamentarti.

Cara me, ti auguro di scoprire che ce la puoi fare a non cambiare la parte di te che è speciale anche se sei circondata da gente che ti dice “devi cambiare”, ti auguro di avere sempre un po’ più coraggio della paura che hai, ti auguro di amare fino al punto di scoppiare, ti auguro di ridere fino al punto di iniziare veramente a vivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.