Aggiungere un nuovo disco sotto Linux

Vi potrebbe capitare di dover aggiungere un nuovo disco alla vostro fiammante server targato Linux.
Capita sempre piu’ spesso, soprattutto adesso che moltio sistemi operativi sono virtualizzati ed aggiungere un nuovo disco virtuale risulta essere molto piu’ semplice.

Andiamo subito al sodo :
Cerchiamo di individuare il tipo di disco appena creato :

[sourcecode language=”bash”]
sudo lshw -C disk
[/sourcecode]

Per vedere sopratuttto nell’output il valore del logical name :

[sourcecode language=”text”]
*-disk
description: SCSI Disk
product: Virtual disk
vendor: VMware
physical id: 0.0.0
bus info: [email protected]:0.0.0
logical name: /dev/sdb
version: 1.0
size: 60GiB (64GB)
capabilities: partitioned partitioned:dos
configuration: ansiversion=2 signature=0007ce28
[/sourcecode]

E come potete notare il logical name del nuovo disco è sdb.

Un ulteriore verifica sul nuovo disco da fare è quello di vedere le partizioni esistenti :

[sourcecode language=”bash”]
sudo fdisk -l
[/sourcecode]

Dovrebbe produrre un’output come questo ad esempio :

[sourcecode language=”text”]
Disk /dev/sda: 64.4 GB, 64424509440 bytes
255 heads, 63 sectors/track, 7832 cylinders
Units = cylinders of 16065 * 512 = 8225280 bytes
Disk identifier: 0x0007ce28

Device Boot Start End Blocks Id System
/dev/sdb1 * 1 7507 60299946 83 Linux
/dev/sdb2 7508 7832 2610562+ 5 Extended
/dev/sdb5 7508 7832 2610531 82 Linux swap / Solaris
[/sourcecode]

Nel mio caso ho 3 partizioni.

Posso procedere ora con una formattazione o montarlo direttamente.
Decidiamo di formattarlo e di creare partizione ext3.

Prima di tutto cancello tutte partizioni esistenti

[sourcecode language=”bash”]
sudo fdisk /dev/sdb
[/sourcecode]

Le opzioni che ci vengono restituite :

[sourcecode language=”text”]
Command (m for help): m <enter>
Command action
a toggle a bootable flag
b edit bsd disklabel
c toggle the dos compatibility flag
d delete a partition
l list known partition types
m print this menu
n add a new partition
o create a new empty DOS partition table
p print the partition table
q quit without saving changes
s create a new empty Sun disklabel
t change a partition’s system id
u change display/entry units
v verify the partition table
w write table to disk and exit
x extra functionality (experts only)

Command (m for help):
[/sourcecode]

Cancello le partizioni digitando d:
Cancello le partizioni :

[sourcecode language=”text”]
Partition number (1-4):
[/sourcecode]

Selezioni quali partizioni cancellare.

A questo punto creo quelle che ho bisogno digitando n:

[sourcecode language=”text”]
Command action
e extended
p primary partition (1-4)
[/sourcecode]

E scrivo le operazioni sul disco digitando w

[sourcecode language=”text”]
The partition table has been altered!
[/sourcecode]

Se non avete fatto stronzate siamo a buon punto… ve ne accorgete perchè potete ancora digitare sulla shell… se non riuscite a digitare sulla shell mi preoccuperei 🙂

Posso a questo punto creare la mia partizione in ext3 :
sudo mkfs -t ext3 /dev/sdb1

Creare un mount point : (es /disco2)

[sourcecode language=”bash”]
sudo mkdir /disco2
[/sourcecode]

E modificare il file /etsìc/fstab aggiungendo questa riga per far montare automaticamente il disco all’avvio :

[sourcecode language=”text”]
/dev/sdb1 /media/mynewdrive ext3 defaults 0 2
[/sourcecode]

Potete testare il corrento mount tramite il comando :

[sourcecode language=”bash”]
sudo mount -a
[/sourcecode]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *