Quanto è bello l’Ipad !

Stamattina, passando in edicola per prendere il settimanale ATM, sono rimasto a bocca aperta davanti a una pila di iPad nuovi di zecca, e dato che costavano poco mi sono detto: perchè no? E quindi dopo un road test di mezz’ora sui mezzi pubblici, ecco le mie prime impressioni.

I pro. E’ leggerissimo! E cosa ancora più incredibile, alla Apple hanno fatto il miracolo: si piega senza rovinarsi. Lo schermo poi è nitido e con un contrasto fantastico: i caratteri sono davvero neri, la pagina bianca, e in condizioni di luminosità normale non affatica assolutamente gli occhi. Ma la cosa più incredibile è il multi touch, per chi non l’avesse mai sperimentato funziona così: si piegano indice e pollice fino a farli quasi toccare, li si porta sull’angolo dell’iPad, lo si afferra, e si fa un movimento diagonale. A quel punto, parte un’animazione (fatta così bene che sembra davvero di spostare un oggetto fisico), e l’iPad cambia pagina. Fantastico! C’è anche una modalità per chi odia far sbirciare i vicini in metropolitana, che permette di piegare il device fino a oscurare completamente i contenuti. Devo dire che le hanno pensate davvero tutte! Il collegamento dati poi ha funzionato a meraviglia, anche in galleria: sono riuscito a leggere senza interruzioni per una ventina di minuti.

I contro. Mi aspettavo qualche animazione alla Harry Potter, ma le fotografie sono tutte statiche: poco male, tanto trovo i video assolutamente noiosi e non li guardo nemmeno sul PC e tantomeno in televisione, e in movimento poi mi avrebbero probabilmente fatto venire il mal di mare. Il suo vero problema però è che costa troppo poco: in metropolitana ce l’avevano quasi tutti. Peccato, speravo di fare un figurone, ma nessuno mi ha degnato neanche di un’occhiata di invidia o curiosità. Anzi, ho visto addirittura un modello più compatto, che sembra offrire contenuti gratuiti. Sarà vero?

Concludo con una foto, per farvi apprezzare il design rivoluzionario di questo splendido oggetto.

Putty Connection Manager

Putty è uno di quei software fatti veramente bene (e tra l’altro esiste anche per linux, anche se io non lo uso). L’unico problema che ho riscontrato e` che dopo una mezz’ora di lavoro mi ritrovo completamente perso tra le finestre.

Una sola finestra con i tab, l connection manager messo su un tab verticale per accedere velocemente a tutte le connessioni registrate, la possibilita` di configurare la sessione di PuTTY anche dal punto di vista grafico.

Insomma se avete bisogno di accedere macchine linux da un OS Windows, PuTTY e` la soluzione, PuTTY Connection Manager e` la ciliegina sulla torta!

Per scaricarlo basta cliccare qui. Siccome PuTTY deve essere installato, il link per il download e` questo.

Find & Replace sotto Linux

Siccome ogni volta che mi serve devo andarlo a cercare su internet, e siccome quasi tutti gli articoli sono veramente tosti e partono con le regular expression faccio un post molto molto semplice :

Come fare Find and Replace sotto Linux :

Esempio testo :

Ciao sono Luigi

sostitutiamo Luigi con Siffredi (Valeria ringrazia 🙂 )

sudo sed -i 's/Luigi/Siffredi/' filedamodificare.txt

Lo switch -i indica la modifica “in place”, ovvero sul file, senza avremmo la sostituzione in standard output per una redirezione (>) in un nuovo file ad esempio.